Area 2 – Itinerario 1

Due terrazze su Roma: arte e scienza nelle Rocche dei Castelli Romani

1. Polo Culturale Monsignor F. Giacci (museo I – Rocca Priora)
2. Duomo S. Maria Assunta (luogo di interesse I – Rocca Priora)
3. Centro storico – opere pubbliche (luogo di interesse II – Rocca Priora)
4. Santuario della Madonna della Neve (luogo di interesse III – Rocca Priora)
5. Fortezza Annibaldi (luogo di interesse IV – Rocca di Papa)
6. Centro storico – street art (luogo di interesse V – Rocca di Papa)
7. Duomo S. Maria Assunta (luogo di interessi VI – Rocca di Papa)
8. Museo Geofisico (museo II – Rocca di Papa)

Partendo da Rocca Priora, il turista può iniziare la sua passeggiata da Piazzale Zanardelli, il famoso “belvedere” del paese, da dove ha modo di ammirare sia la Rocca Savelli (XI sec), sia l’infinito panorama che dal mare si estende su Roma fino ai Monti Prenestini. Da qui, sulla sinistra, può notare facilmente l’ingresso del Polo Culturale Monsignor F.Giacci, palazzo storico ‘800esco all’interno del quale oggi si trovano la Biblioteca Comunale e il Museo Benedetto Robazza. Il Polo, nato dalla cospicua donazione di opere compiuta dall’artista Mario Benedetto Robazza al Comune di Rocca Priora, trova il suo fulcro nel cortile esterno dove è ospitato il grande fregio marmoreo L’Inferno di Dante (1994). Uscendo dal museo, il visitatore troverà sull’antistante Piazza Umberto I, il Duomo S. Maria Assunta, chiesa fatta consacrare dal Cardinal Bessarione nel 1464 sui resti di un antico tempio romano dedicato alla Dea Fortuna e con all’interno affreschi realizzati da Ugolino da Belluno nel 1972.

Dal duomo, situato sul punto più elevato della Rocca, si dipartono numerosi vicoli che caratterizzano il Centro Storico di Rocca Priora, tra i quali il turista può imbattersi in numerose opere pubbliche del Robazza: tra le vie entro l’Arco medievale di accesso – di cui ancora rimangono i ganci dell’originario portone ligneo – sono disseminate le stazioni della Via Crucis in marmo-resina; proseguendo verso il centro urbano si notano invece la fontana del Trionfo del bene sul male e la Fontana del Narciso, entrambe in bronzo.

Una volta arrivato su Viale degli Olmi, il turista può concludere il suo percorso a Rocca Priora facendo tappa presso il Santuario della Madonna della Neve, luogo di culto da sempre molto importante per il paese per via del mercato di neve che veniva praticato in larga scala tra il ‘600 e l’800.

Una volta giunto presso Rocca di Papa, il visitatore inizia il suo percorso dai Campi d’Annibale, il punto più alto della Rocca. Da qui, scendendo di poco, può incontrare subito la Fortezza Annibaldi: le prime testimonianze sulla rocca risalgono all’epoca medievale, quando qui si sarebbe rifugiato papa Benedetto IX espulso da Roma nel 1044. Per la sua naturale posizione strategica Rocca di Papa fu una fortezza medievale molto potente della campagna romana e fu posseduta da diverse famiglie romane: agli Annibaldi, successero i Colonna che contrastarono i tentativi degli Orsini, dei Caetani e dei Borgia di impossessarsi del sito. Nel 1577 il luogo venne quasi completamente distrutto da un incendio e la fortezza progressivamente abbandonata e sfruttata come cava di materiali e area agricola. 

Il turista può subito rendersi conto della posizione privilegiata di cui gode la Rocca e del meraviglioso panorama su Roma che da essa si può ammirare. Non lontano dalla fortezza, infatti, il turista desideroso di ammirare meglio il paesaggio e il cielo, può fare un salto al Museo Geofisico, la cui terrazza è non a caso dotata di un telescopio per le osservazioni notturne. Il museo, gestito dall’INGV, propone un viaggio nelle Scienze della Terra, ripercorrendo le tappe della ricerca scientifica e delle discipline che studiano il nostro pianeta, attraverso postazioni interattive e digitali.

Procedendo nel cuore del paese, invece, il turista può divertirsi a scovare tutti i murales che adornano i vicoli del Centro Storico: grazie alla creatività del pittore Miro Fondi, infatti, sin dagli anni ’80 il paese ha cominciato a dotarsi di numerose opere di street art. Da allora, artisti locali desiderosi di dare il loro contributo alla rinascita e alla crescita culturale e artistica del borgo, hanno proseguito il progetto: oggi il Centro Storico conta decine di murales dai colori e temi più disparati.

Una volta giunto in Piazza Duomo, il turista può concludere il suo itinerario facendo tappa nel seicentesco Duomo di S. Maria Assunta: la chiesa venne costruita a partire dal 1664 su progetto dell’architetto Antonio Del Grande per volontà del cardinale Girolamo Colonna. In seguito alla sua morte, i lavori si fermarono per oltre 65 anni riprendendo soltanto nel 1731 grazie alla generosità del mecenate Pietro Ottoboni e di Papa Clemente XII.  La ripresa dei lavori venne affidata dapprima all’architetto Pietro Passalacqua e poi all’architetto Domenico Gregorini e la chiesa fu consacrata nel 1754. Nel corso degli anni il Duomo è stato protagonista di eventi drammatici, tra i quali i devastanti terremoti del 1800 e i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale: ricostruito ogni volta, il duomo è divenuto simbolo di resilienza per tutta la comunità. Al suo interno sono conservate moltissime opere di grandi artisti, tra cui: Perin del Vaga (1501-1547), Corrado Giacquinto (1703-1766), Domenico Tojetti (1807-1892), T.W. Achtermann (1799-1884).

Consigli e curiosità

– Se il nostro turista ha il desiderio di allontanarsi dal caos cittadino, di ammirare panorami sconfinati e di trovare sollievo dalla calura estiva, troverà tra Rocca Priora e Rocca di Papa tutto ciò che cerca. Le due Rocche, infatti – la prima a 768 mt s.l.m. e la seconda a 680 mt s.l.m. – sono i paesi più alti dei Castelli Romani. Consigliamo, quindi, al nostro viaggiatore di percorrere questo itinerario durante il periodo estivo, momento in cui i due paesi sono maggiormente vivaci per via delle sagre e degli eventi all’aperto.

Contatti e orari

Polo Culturale Monsignor F. Giacci

Rocca Priora (RM), Via Monsignor Giacci 2/3

Info: +390699180087 | museorobazza@culturacastelli.it | https://www.museumgrandtour.com/portfolio-item/polo-culturale-monsignor-francesco-giacci/

Orari: giovedì 9:00-13:30 | venerdì e sabato 10:00-13:30/15:00-18:30

Duomo S. Maria Assunta di Rocca Priora

Rocca Priora (RM), Piazza Umberto I 2

Info: +39069470100 | https://www.facebook.com/smacroccapriora/

Orari: aperta sempre durante le funzioni religiose

Santuario della Madonna della Neve

Rocca Priora (RM), Viale degli Olmi 4

Info: +39069470004 | https://www.facebook.com/santuarioroccapriora/

Orari: tutti i giorni 7:30-12:00/15:00-18:30

Fortezza Annibaldi

Rocca di Papa (RM), Via dell’Osservatorio 40

Info: +39069498432

Orari: aperto su prenotazione

Duomo S. Maria Assunta di Rocca di Papa

Rocca di Papa (RM), Piazza Duomo

Info: +39069498687 | https://santamariaroccadipapa.it/

Orari: dal lunedì al venerdì 16:00-19:00 | domenica 10:00-12:00/16:00-19:00

Museo Geofisico

Rocca di Papa, Via dell’Osservatorio 42

Info: +39069496230 | infoscuole@ingv.it https://www.museumgrandtour.com/portfolio-item/museo-geofisico/

Orari: aperto su prenotazione per gruppi e scolaresche